I luoghi incantati di Gabriel Garcia Marquez

1Le atmosfere surreali del paesino di Macondo, affresco di rapporti familiari di Cent’anni di solitudine, il sentimento che attraversa gli anni de L’amore ai tempi del colera, i tanti personaggi indimenticabili di tutti i romanzi e i racconti del premio Nobel sono i compagni di viaggio del Tour&Book Viaggiando con Gabriel Garcia Marquez di Tuttaltromo(n)do. Un’ispirazione di viaggio che si concretizza grazie alla collaborazione con Federica Arnoldi, dell’Associazione Culturale Babelica. Federica, studiosa di letteratura ispanoamericana (con un dottorato di ricerca all’Università di Bergamo), insegnante di spagnolo e appassionata di Gabriel Garcia Marquez, accompagna passo passo i partecipanti al tour in quello che potrebbe definirsi un vero e proprio pellegrinaggio di dieci giorni sui luoghi incantati che fanno da sfondo ad alcune delle pagine più belle della letteratura mondiale. Il grande scrittore colombiano ha, infatti, sempre intrecciato le vicende delle sue trame con i fatti storici che hanno segnato gli anni del suo Paese, dando vita a storie che appassionano i lettori anche per la loro cifra di realismo.

3Il viaggio parte da Barranquilla per entrare poi nel vivo dei luoghi storici di Marquez con una visita ad Aracataca, villaggio dove l’autore vide la luce e che ospita un museo a lui dedicato. Ma soprattutto conserva l’atmosfera di Macondo, paese di fantasia teatro delle vicende di Cent’anni di solitudine, capolavoro del Premio Nobel per la letteratura Marquez. La seconda parte del viaggio è dedicata a Cartagena dove lo scrittore ha vissuto a lungo e che ricorre in più citazioni: “videro le rovine dell’antichissima ed eroica città di Cartagena de Indias, la più bella del mondo”, viene definita in L’amore ai tempi del colera; per essere celebrata con “Mi bastò fare un passo dentro la cinta per vederla in tutta la sua grandezza nella luce malva delle sei del pomeriggio, e non mi fu possibile reprimere la sensazione di essere rinato” in Vivere per raccontarla. Qui si ha la possibilità di incontrare il fratello di Gabriel Garcia Marquez, che per un paio d’ore racconta aneddoti e storie di vita vissuta del grande autore, e di trascorrere un intero pomeriggio alla scoperta di menu letterari, con tanto di assaggio, per assaporare davvero il gusto dell’opera di Marquez. Amante della buona gastronomia, lo scrittore ha citato nei suoi romanzi tanti deliziosi piatti tipici della cucina colombiana, che qui si possono riscoprire nella ricetta originale.

2Grazie alla guida di Federica Arnoldi anche solo passeggiare tra le strade di Cartagena riserva infinite sorprese: a ogni angolo c’è uno scorcio che il Premio Nobel ha ammirato durante le sue passeggiate, o che è la location di uno degli incontri d’amore tra i suoi personaggi.. Gli ultimi due giorni del viaggio sono dedicati alla magica Bogotá, dove si visiteranno il Museo dell’Oro, vera miniera di preziosi manufatti e unico al mondo, e il Museo dedicato all’artista Botero, dall’inconfondibile tratto e noto per i suoi corpi curvy. Cicerone d’eccezione per un tour artistico della città, che comprende anche la visita al Museo d’Arte Contemporanea, il mercante d’arte colombiano Federico Ruiz, che ospita i viaggiatori nella propria casa-museo La Colina, boutique hotel di cui è proprietario e chef, per un pomeriggio di full immersion nel panorama creativo della Colombia. Un tour da non perdere per gli appassionati di letteratura e per chi vuole scoprire un modo nuovo di conoscere il mondo: attraverso gli occhi di chi lo ha abitato ed amato, traendone spunti per racconti straordinari. Il prezzo per persona, con sistemazione in camera doppia, per tutto il tour programmato dal 13 al 25 giugno 2016, parte da 1.890 euro a persona, con un minimo di 10 partecipanti. È escluso il costo dei voli e delle tasse aeroportuali, che dipende dalla disponibilità al momento della prenotazione.

Informazioni: http://www.tuttaltromondo.com

Annunci