Erbe aromatiche: i benefici che non ti aspetti

Quante volte vi siete ritrovati a dover organizzare una cena importante e nel bel mezzo della preparazione vi siete accorti di aver dimenticato l’ingrediente che avrebbe dato quel tocco in più per stupire i commensali? Coltivare erbe aromatiche in casa significa avere sempre a disposizione una fonte vitale di aromi e sapori: il loro profumo e il loro aspetto le rendono piante appariscenti e ornamentali; offrono fragranze, forme e colori che illuminano l’ambiente e lo rendono gradevole; in più sono piante poco costose, alla portata di tutte le tasche. Inoltre le erbe aromatiche sono un vero e proprio concentrato di principi salutari e una fonte di vitamine e sali minerali benefici per il nostro organismo.

clip_image002

Citronella. Originaria dell’America sud occidentale, la citronella si usa con moderazione per dare sapore di limone alle pietanze; in medicina le sue foglie sono curative in caso di gonfiore e indigestioni, possono essere usate anche come sedativo o per preparare tisane da bere la sera. Il suo profumo persistente aiuta anche ad allontanare le zanzare nella stagione estiva.

clip_image004Basilico. Questa pianta è conosciuta in tutto il mondo per il suo utilizzo in cucina, associato alla cucina mediterranea e a quella italiana in particolare. È una pianta che cresce in pieno sole e può essere coltivata sia in vaso che in piena terra, l’importante è che sia un terreno fertile a ph neutro. È ricco di potassio che serve a regolare l’equilibrio idrico nel corpo, inoltre fornisce fosforo che è un elemento fondamentale per la costituzione delle ossa.

clip_image006Menta. Può curare disturbi come tosse e raffreddore, per via delle sue proprietà sedative e spasmodiche. Per chi soffre di alitosi, quest’erba molto profumata strofinata sui denti aiuta a prevenirla e a combatterla. Può essere coltivata sia in giardino che in vaso. Leggermente afrodisiaca, se consumata cruda, è un ottimo condimento per piatti di formaggio, per insalate, macedonie e cocktail.

clip_image008Erba cipollina. Predilige terreni freschi e ricchi, ama il sole, ma tollera anche una posizione a mezz’ombra. L’erba cipollina si coltiva senza problemi anche in vaso. Viene utilizzata per insaporire piatti caldi e freddi, al contrario della cipolla e dell’aglio è molto digeribile e da secoli è preziosa contro l’alito cattivo. Rinforza i muscoli, aumenta la circolazione sanguigna e allevia i dolori addominali.

clip_image010Rosmarino. Calma i reumatismi e il torcicollo; è un eccellente tonico cerebrale: in caso di stanchezza, affaticamento e difficoltà di concentrazione è utile un infuso di rosmarino da consumare tutti i giorni. Grazie alla presenza di flavonoidi e altri antiossidanti, il rosmarino aiuta a disintossicare il fegato. Con la carne è ideale, perché migliora la digestione dei grassi.

clip_image012Timo limone. Il timo limone è una pianta perenne che cresce bene in qualsiasi terreno purché ben soleggiato. Si utilizzano in cucina le sommità fiorite e le foglie, dall’intenso sapore di limone che lo rende ideale per insaporire le pietanze di carne, pesce e insalate. Una volta essiccato, mantiene il suo aroma che, anzi, risulta più forte e concentrato. Gli infusi con foglie e fiori sia secchi che freschi sono ottimi curativi per tosse, raffreddore e problemi digestivi.

clip_image014Salvia. Il nome latino Salvia Officinalis significa “pianta che salva”, infatti alcuni popoli credevano che potesse resuscitare i morti se usata durante i riti magici. Aiuta a proteggere dalle infiammazioni di bocca e gola, a calmare i crampi addominali e a tonificare il sistema nervoso. In cucina viene usata per aromatizzare sia primi che secondi piatti.

Informazioni: tutte le erbe aromatiche sono disponibili su ManoMano.it

Annunci