Meisters Hotel Irma, l’albergo più romantico (e premiato) di Merano si rinnova

01Si rinnova il Meisters Hotel Irma di Merano, autentico “pezzo di storia” dell’ospitalità altoatesina: l’albergo, nato nel 1924 come piccola pensione grazie all’intraprendenza di Irma Meister che ereditò la suggestiva Villa Ludwigsburg, ha dato il via alla nuova stagione con un look rinnovato. Una cinquantina le camere della “casa principale” oggetto del restyling: sono stati introdotti nuovi colori, per un interior design all’insegna di tinte come il beige, il tortora, il panna e il nero. Nuovi anche i materiali e le stoffe, con una predilezione per il legno naturale e il lino. Il rinnovamento ha coinvolto anche alcune delle aree comuni dell’hotel e i decori e gli arredi esterni della splendida zona piscine. Tra le novità della stagione, anche una stazione Tesla per la ricarica delle automobile elettriche.

Intatta, naturalmente, l’atmosfera dell’Hotel Irma: l’inconfondibile fascino asburgico, unito a servizi di alto livello, a una strepitosa offerta gastronomica e alla inconfondibile accoglienza della famiglia Meister. Un mix unico, che anche quest’anno è valso alla struttura meranese la vittoria ai Travelers’ Choice® Awards 2017 di TripAdvisor: l’Irma si è classificato nella TOP 25 degli hotel italiani e ha ottenuto anche il quinto posto nella classifica degli alberghi con il miglior servizio. Un doppio riconoscimento che si somma all’HolidayCheck Award 2017, a conferma del successo nazionale e internazionale della struttura.

L’ice & sorbet bar: una nuova coccola nell’offerta food dell’Irma

Un angolo gourmet tutto nuovo, con sorbetti di frutta fresca e gelati artigianali preparati con latte di montagna: l’ice & sorbet bar è l’aggiunta golosa alla già curatissima offerta gastronomica dell’Irma. Le attenzioni qui iniziano fin dalla prima colazione servita nella soleggiata terrazza all’aperto, a base di prodotti locali e fatti in casa, e proseguono fino alla sontuosa cena, da gustare all’aperto o nel salone degli specchi. Irrinunciabile per gli ospiti dell’Irma anche l’appuntamento con il the delle cinque, per assaggiare strudel appena sfornati e deliziosi dessert. Unica inoltre la proposta di vini e formaggi, entrambi curati dalla sommelière Claudia Meister. Senza dimenticare la chicca del “baule della merenda”, nascosto in un angolo segreto del giardino: un piccolo frigorifero, zeppo di specialità altoatesine, che viene preparato per gli ospiti che lo richiedono. A disposizione coperte e soffici cuscini per organizzare un picnic nel parco dell’albergo. Infine, per chi desidera una full immersion nei sapori locali, l’Irma dispone anche di una malga privata in quota (l’Eternità), sull’altipiano sopra Merano: si raggiunge facilmente con una passeggiata attraverso i prati e lì, ad attendere gli escursionisti, spuntini a base di speck, formaggi e birra fresca (e, volendo, anche un riposino sul fieno).

02Merano, per una vacanza tutta natura (e wellness)

Il grande parco è senza dubbio uno degli highlights dell’Irma: palme e pini mediterranei, giochi d’acqua, un magnifico roseto con oltre 1.200 rare rose inglesi, il giardino delle erbe (che fornisce anche la materia prima per le tisane servite in hotel), un frutteto, l’angolo dei fiori di loto, un “giardino delle note” (dedicato alla musica) e soprattutto il laghetto dei cigni, dove gli ospiti possono concedersi una gita su una piccola barca a remi. Intorno al laghetto si trovano diversi tavolini, per aperitivi o cenette a due. Ampio spazio è riservato anche al wellness acquatico, come tradizione meranese vuole: tra le novità di quest’anno, un piacevole hotpot esterno con idromassaggio a 32° – 36° C. Questo si va ad aggiungere alla grande piscina interna (con scenografico camino), alle piscine esterne (una con acqua marina e una con acqua dolce riscaldata), alla vasca spumeggiante di sale a 36° C, alle sei saune e alle tante vasche idromassaggio (oltre 400 mq di superficie acquatica in totale). E poi aree relax attrezzate con chaise-longue o letti con materassi ad acqua, una palestra e un’offerta beauty ispirata ai principi della medicina cinese e della filosofia olistica. E infine, a disposizione degli ospiti, un’area lettura molto tranquilla, con una fornitissima libreria: qui vengono regolarmente organizzati piccoli eventi culturali, come reading, concerti di musica da camera o di jazz.

Incluse nel soggiorno la MeranCard/Primavera e tutte le attività dell’Irma

Tra le proposte per rendere il soggiorno più piacevole e interessante, gli ospiti dell’Irma avranno a disposizione quest’anno la MeranCard/Primavera: fino al 30 giugno la tessera permette di usufruire gratuitamente dei treni regionali altoatesini fino a Trento (negli orari prestabiliti), di tutti i bus urbani ed extra-urbani, di una salita e una discesa al giorno con varie funivie, di un’andata e ritorno con l’autopostale svizzera da Malles a Zernez e dell’ingresso libero in 78 musei. Inoltre l’Irma organizza attività di trekking o biking con guida, con eventuale servizio navetta per l’itinerario scelto. Gli ospiti possono anche optare per un’escursione con il pulmino d’epoca di proprietà dell’hotel, gite a tema paesaggistico, enogastronomico o culturale nelle maggiori città d’arte dei dintorni. Anche i bambini sono accolti con grande attenzione all’Irma: per loro, fin dalla mattina, intrattenimento con giochi e attività all’aperto.

Oltre le novità: la tenda africana, la suite sull’albero e Villa Amore

Più che un hotel, un piccolo mondo da scoprire: dalla piccola pensione con solo venti letti nata nel 1924, l’Irma è cresciuto fino a occupare una superficie di 18mila mq: un grande parco, ville e angoli per il relax, danno vita a una sorta di “paese delle meraviglie” a pochi passi dal centro di Merano. La struttura oggi conta 69 tra camere singole e doppie, suite e appartamenti familiari, distribuite in vari corpi residenziali.

Ma per un soggiorno unico si può anche scegliere di “salire” sulla famosa Casa sugli Alberi: appoggiata su quattro pini secolari, sembra il materializzarsi del sogno di un bambino. Qui si dorme tra pareti di legno, ci si immerge nella bella vasca da bagno con vista sul parco e, volendo, si può spostare il letto sulla grande terrazza esterna, per una nottata sotto le stelle. Altrettanto unico è il Safari Luxus Lodge: tenda ultra-chic, ispirata ai campi di lusso dei parchi africani e immersa nel verde della natura altoatesina. Lanterne in ferro battuto, candele, un grande letto candido, il terrazzo in teak e i divani vintage creano un’atmosfera romantica e rilassante, resa ancora più speciale dai profumi del giardino delle erbe.

Per chi invece preferisce la tradizione, il Meisters Hotel Irma mette a disposizione diverse tipologie di camere, ricavate all’interno di diversi edifici: si può scegliere Villa Amore, affacciata sul laghetto dei cigni, dove si trovano le suite più romantiche, ideali per anniversari o lune di miele. La cosiddetta Villa degli Ospiti è composta invece da due appartamenti familiari (fino a 4 persone): gli interni, per un soggiorno distensivo e rigenerante, sono in legno di cirmolo, mentre all’esterno ci si rilassa nell’immensa terrazza privata con soggiorno, doccia e idromassaggio.

Tariffe 2017 valide fino al 5 novembre: camera doppia a partire da € 153 a persona al giorno, in mezza pensione gourmet. Scegliendo il “Pacchetto Giubileo” si ha inclusa mezz’ora di wellness, fitness o beauty al giorno (prezzo della camera + € 26 al giorno, i buoni si possono accumulare).

Informazioni: www.hotel-irma.com

Annunci