Annunci

Milano/ Teatro: “Le lacrime amare di Petra Von Kant”

Dal 15 al 17 maggio

Ore 21

Teatro Libero di Milano
via Savona 10 20144 Milano

NOTE SULL’AUTORE E SUL TESTO

Nella breve e intensa stagione di Rainer Werner Fassbinder, Le lacrime amare di Petra von Kant nascono come testo teatrale nel 1971; lo spettacolo va in scena a Francoforte nel 1971 e viene stroncato dalla critica. La trasposizione cinematografica, girata nel gennaio 1972, esce nelle sale a tempo di record il 5 ottobre 1972. L’autore, figura fondamentale del rinnovamento culturale del dopoguerra tedesco ed europeo opera in Lacrime amare un singolare, quanto straordinario, punto d’incontro fra la sua esperienza all’Antiteater e il melodramma “alla Douglas Sirk”, suo modello e nume tutelare. Le lacrime amare di Petra von Kant è prima di ogni altra cosa un piccolo saggio sulle perverse dinamiche che presiedono al sentimento amoroso, qui specchio illuminante di quella progressiva disumanizzzione del sistema di rapporti fra individuo e individuo e fra individuo e società. Un’analisi lucida e disincantata dell’amore nella nostra società dove nelle relazioni di coppia si rispecchiano i più generali rapporti di potere di una società capitalistica.

Tutto si svolge in un appartamento, con una scansione temporale lineare, a quadri, quasi un’analisi etologica di una donna, del suo ambiente, e dei suoi sentimenti, indagine che si svolge in un mondo esclusivamente femminile. Petra non varca mai la soglia dell’appartamento, resta confinata nel suo isolamento, quasi come se fosse impossibilitata a muoversi. La casa è il suo tutto (ufficio-laboratorio-confessionale-atelier-album di famiglia-riposo-gioco-tomba-fossa comune dei sentimenti). Nessuna emozione forte, la passione manipola i comportamenti umani, tutto deve essere filtrato dalla testa; chi si lascia andare alle passioni è debole agli occhi della società. Tutto diventa rappresentazione. Tutto è prevedibile, riconoscibile, ancor prima dell’essere detto o fatto. In questo ambiente asettico entra un elemento destabilizzante e così come in un esperimento scientifico tutto si sconvolge, ma nello stesso tempo si ricompone in una condizione di maggior sincerità di rapporti. Possiamo considerarlo come un esperimento in vitro di una rivoluzione che scardini il preesistente e che pur non proponendo una soluzione obblighi a porsi delle domande sulla vita e sui rapporti tra gli uomini.

SINOSSI

Il testo, del quale è stata realizzata anche una versione cinematografica con la nota attrice Hanna Schygulla nel ruolo di Karin è sicuramente uno dei capolavori del drammaturgo regista tedesco e apre il ciclo dei suoi grandi melodrammi. E’ la vicenda di una stilista di moda, Petra von Kant, ricca, affascinante, intelligente, tipica figura di donna emancipata e cosciente, che cade però preda dell’amore per Karin, una ragazza di estrazione proletaria spregiudicata e senza scrupoli. I ruoli si ribaltano: la donna di successo, abituata a dominare gli altri, diventa schiava del suo oggetto amoroso. La grandezza del personaggio consiste proprio nella disperata determinazione di far vivere il proprio sentimento ad ogni costo, infrangendo passo dopo passo tutte le convenzioni sociali che lo impedirebbero: il rapporto con la figlia, l’amicizia con l’amica Sidonie, il rispetto per la madre ed infine l’equilibrio “ambiguo” con Marlene una factotum onnipresente e completamente asservita, muto testimone per tutto lo spettacolo.

La dialettica servo – padrone è uno degli assi principali del dramma, e la prima relazione di questo tipo è appunto quella tra Petra e Marlene, relazione che, attraverso il dominio sentimentale, fa trasparire un dominio economico: è Marlene che fa tutto, a partire dai disegni che dovrebbero essere le creazioni originali di Petra. Il finale coincide con uno dei meccanismi tipici del melodramma alla Fassbinder, la protagonista si ritrova nella situazione di partenza, nella solitudine del proprio dramma esistenziale.

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1242970309166800/

 

Annunci


Categories: Milano, Teatro

Tags: , , , , , , , , ,

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: